Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

Più consultati


Tags

d-Book: un'economia sempre più immateriale e digitale

15/11/2019

Il fenomeno delle tecnologie digitali è paragonabile alla Rivoluzione industriale e a quella agricola della preistoria. Come gestirlo?



L’economia immateriale è qui per restare; l’innovazione tecnologica ha ormai superato il suo punto di non ritorno e sta disegnando intorno a noi un mondo che è rapidamente cambiato.

Con la Rivoluzione Digitale il tradizionale conflitto tra capitale e lavoro è stato sovrastato da un altro conflitto, quello con l'informazione. Tramite il controllo dell'intermediazione delle relazioni sociali ed economiche, l'economia immateriale genera un conflitto inedito: quello tra gli intermediari (i colossi del web) e i loro intermediari (noi cittadini).

Siamo pronti a gestire le conseguenze di questo terremoto? Secondo Stefano Quintarelli, che si è occupato di questi temi fin dagli albori di Internet, non molto. Larga parte dell’opinione pubblica vive spaesata in un mondo che non riesce più a decifrare e di cui non conosce i meccanismi profondi. Ma se sono gli uomini a dover prendere in mano il proprio destino, è bene che tutti noi impariamo a capire il nostro nuovo ambiente digitale, che già ora (e sempre più in futuro) è diventato la nostra casa.

Questo libro è lo strumento adatto per capire cosa sta succedendo.


L'autore, Stefano Quintarelli (Negrar, 1965), imprenditore, informatico e blogger italiano, è stato uno dei pionieri nell'introduzione di Internet in Italia. Drettore dell'area Digitale del Gruppo 24 ORE e "padre" di SPID, ha scritto anche Costruire il domani e Parole e potere. Libertà d'espressione, hate speech e fake news.

Stefano Quintarelli, Capitalismo immateriale. Le nuove tecnologie digitali e il nuovo conflitto sociale, 198 pagine, Ed. Bollati Boringhieri, 2019.