Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

Più consultati


Tags

Il “Sacro GRA” di Roma si fa SMART

30/10/2018

Il Grande Raccordo Anulare assieme alla A91 protagonisti di un progetto per il monitoring tramite sensori e cellulare.


Aperti rispettivamente nel 1951 e nel 1959, il GRA e l’A91 saranno oggetto di una sperimentazione di Anas e del Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston.

Sull’anello di 68 chilometri che circonda Roma, verranno infatti installati entro il prossimo febbraio 2019 ben 1.200 sensori fissi collegati alla fibra ottica che si uniranno a quelli mobili per un controllo dello stato strutturale.

Ai sensori mobili che verranno installati sulle auto di servizio di Anas, si aggiungeranno anche le app che potranno essere scaricate dagli stessi automobilisti romani che ogni giorno si avventurano sul GRA per andare a lavorare. I ricercatori del Mit raccoglieranno i dati degli utenti in transito, soprattutto vibrazioni e rumori, e questo consentirà di fornire (mettendo insieme tutti i dati) un primo screening (quotidiano e in tempo reale) sulla situazione di pavimentazione e ponti/viadotti.

Tutti i dati saranno raccolti in modo anonimo. «Le frequenze delle vibrazioni provenienti dagli smartphone - ha spiegato il professor Carlo Ratti del Mit- non ci consentirà certamente di sapere tutto su un ponte, ma potrebbe segnalarci l'esigenza di fare sondaggi e verifiche più approfondite, sul campo. Abbiamo già sperimentato questa tecnologia sull'Harvard Bridge di Boston e il Golden Gate a San Francisco».