Cronologia pagina

Versioni confrontate

Chiave

  • Questa linea è stata aggiunta.
  • Questa linea è stata rimossa.
  • La formattazione è stata modificata.

...

Cloroformio, penicillina, tv e telefono. Lo sapevate che sono invenzioni 100% scozzesi?

Image RemovedImage Added

Allineatestogiustificato

Un Paese di inventori e di invenzioni

1870: Alexander Fleming scopre la penicillina

1874: James Young Simpson scopre le proprietà del cloroformio, così da sostituirlo all’etere

1876: Alexander Graham Bell brevetta per primo un telefono funzionale ed è noto nella cultura popolare e in gran parte della comunità scientifica come l'inventore di tale apparecchio

1925: John Logie Baird costruisce il primo prototipo realmente funzionante di televisore

La Scozia è ancora oggi un Paese leader nel campo delle innovazioni tecnologiche, in particolare per quanto riguarda l’energia rinnovabile, la diagnostica per immagini, le tecnologie digitali e la fotonica. Qualche esempio concreto sono le nano-tecnologie, la mappatura del carbonio forestale, la tecnologia BraMMs.

Glasgow, Edinburgh e Dundee: il triangolo dello sviluppo digitale. E di genere.

Bio-tecnologia, Intelligenza artificiale, scienze spaziali, tecnologia finanziaria e videogame. Lo sviluppatore italiano che volesse fare un’esperienza lavorativa in Scozia, dovrebbe cominciare da uno di questi 3 hub.


Secondo il Tech Nation UK 2018 Report, la città di Edinburgh ha visto un aumento del 526% per quanto riguarda le startup negli anni che vanno dal 2006 al 2016 e ha vinto il primo posto nel 2017 come migliore città in UK dove lanciare la propria startup.

Anche Glasgow ha una scena tecnologica molto viva nel campo delle startup, dove il settore contribuisce all’economia della città con una cifra pari a £ 1.31 miliardi, così come Dundee, il cui cluster tech è quasi raddoppiato rispetto al 2014.

Il Governo irlandese investe in questo settore, con un occhio di riguardo anche nei confronti della parità di genere, in un settore molto maschile come quello tech. Secondo la British Computer Society’s 2017 Diversity report, la Scozia è leader in termini di inclusione di genere per quanto riguarda il settore tech, con il 20% di donne attive (la media nazionale in UK è del 17%).

Carolyn Jameson, responsabile degli affari legali di Skyscanner, l’unicorno nel campo dei viaggi ed esempio di successo scozzese (fondata ad Edinburgh nel 2002 e venduta per €1.6 miliardi alla cinese CTRIP), afferma che il Paese è “unrecognisable now, as a result of the tech developments.”


Happy Coding, here we come!

Coding è uno degli skill più richiesti in Scozia, un Paese predisposto a tale tendenza, grazie anche al fatto che la Scozia è uno dei Paesi con le migliori Università e i migliori corsi. Ci sono poi vie alternative, o come dicono gli scozzesi, “there’s more than one way to skin a cat.

Nella survey Stack OVerflow 2016 , fatta da ben 50.000 ingegneri software, circa il 70% si considera in grado di fare coding, grazie a corsi fai-da-te, di cui solo il 43% con un degree in Computer Science. Grazie al livello sempre più alto di corsi online, sono in tanti quelli che decidono di imparare il coding “a casa”.

I migliori? General Assempbly’s Dash, Codecamye Treehouse . Qualsiasi sia la scelta, DON’T DO CODING IN A BUBBLE! In Scozia esiste un’incredibile e diffusa community di consulenti esperti in coding che organizzano incontri per aiutare i nuovi coder o quelli in difficoltà (a volte basta una birra e una pizza come compenso!). Tech Meetup e Open Tech Calender due tra i tanti. 

 

Artificial Intelligence: l’Alexa Prize e l’ascensore evoluto.

Sempre in tema di primati scozzesi, la Heriot-Watt University, nata nel 1821 nel periodo più fulgido dell’Illuminismo scozzese, è una delle più importanti università in UK. Nata come la prima Università di Meccanica al Mondo, ha rivoluzionato l’accesso all’insegnamento di Scienze e Tecnologia.


Nel 2017 ha vinto l’Alexa Prize di Amazon (dedicato alla AI conversazionale) come leader mondiale nel campo della A.I. e Robotica. La squadra scozzese vincente (WHAT’S UP BOT) ha presentato un software rivoluzionario e molto sofisticato in grado di capire e rispondere alla conversazione umana. Il team della Heriot-Wat ha vinto tra più di 100 squadre provenienti da ben 22 diversi Paesi, battendo anche le squadre delle università di Harvard e Princeton.

Ma quale è la distribuzione dell'Intelligenza Artificiale nelle aziende scozzesi? Secondo Company Connecting su di un campione di 186 imprese scozzesi, emerge che il settore più permeato dalla AI è quello finanziario, seguito a ruota da quello della Sanità. Per quanto riguarda invece la presenza nelle città scozzesi, al primo posto Edinburgh, seguita da Glasgow e Aberdeen.

Image Modified

Un'interessante utilizzo di riconoscimento vocale attraverso l'Intelligenza Artificiale è quello per la scelta del piano sugli ascensori, anche se in alcuni casi presenta qualche piccolo problema ... .

Widget Connector
width300200
urlhttps://www.youtube.com/watch?v=J3lYLphzAnw
height200100





Copyright © 2017 Telecom Italia S.p.A. - P.IVA 00488410010