Cronologia pagina

Versioni confrontate

Codice

  • Questa linea è stata aggiunta.
  • Questa linea è stata rimossa.
  • Formattazione modificata.

...

Il Laboratorio di Diagnostica per la Conservazione e il Restauro dei Musei Vaticani nasce nel 1935 con lo scopo di restaurare le opere di proprietà di uno dei musei più importanti del mondo.

Fin da allora, il leit motiv tema conduttore è stato quello di conservare o restaurare tenendo sempre a mente che occorre conoscere prima l’oggetto artistico e sapere di cosa è fatto.

...

Nel Laboratorio non si fa solo diagnosi, ma si prescrive anche la terapia più opportuna per l’opera danneggiata. Si creano nuove sostanze per il restauro e strumenti tecnologici avanzati per definire nuove tecniche o per eseguire tutte le fasi diagnostiche. E su questa strada che è stato sviluppato un robot per le analisi delle immagini.


Image Added


Il sistema sfrutta una piattaforma HW, hardware dotata di micro-controllore. Il robot lavora con la tecnica dello stitching, cioè la possibilità di aumentare la risoluzione delle immagini: l’area dell’opera viene suddivisa in numerose porzioni e ciascuna di esse viene fotografata e poi analizzata; i file rimontati offrono una risoluzione elevata di tutta la superficie. Il robot calcola anche il numero delle inquadrature necessarie a ricoprire l’intera superficie dell’opera, definisce le coordinate in cui posizionare la testa di misura per eseguirle e gestisce tutta la procedura di acquisizione delle informazioni. E può anche eseguire l’identificazione chimica dei pigmenti.

...

Copyright © 2017 Telecom Italia S.p.A. - P.IVA 00488410010