Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

Più consultati


Tags

Le API e l'avvento dei bot

15/03/2017


 


bot,   software che utilizzano un'interfaccia a linguaggio naturale per ricevere richieste o istruzioni ed eseguire i propri compiti, rappresentano un'area di innovazione emergente. Un bot può fare qualsiasi cosa come controllare l'estratto conto della carta di credito dell'utente o elogiare qualcuno sulla base dei valori dell'azienda. Piccole startup così come grandi società come Microsoft, Facebook e Amazon stanno scommettendo sui bot dedicandovi importanti investimenti. Alcuni ritengono che i bot siano la nuova, grande fase di innovazione tecnologica dopo le app mobili.

 

Il concetto di bot non è nuovo ed esiste da molti anni sotto numerose forme. Ricordiamoci di Clippy, l'assistente Microsoft dello scorso decennio. Siri, una voce familiare su iPhone, è un altro esempio di bot in grado di ricordare un impegno, mostrare le foto dell'ultima vacanza o trovare un buon ristorante messicano nelle vicinanze. Vi sono diverse tipologie di bot: chat bot (e.g.: Slackbot, Facebook Messenger Bots), device bot (p. es: Amazon Alexa), data bot (e.g.: Webcrawlers) e molti altri ancora.

 

Se i bot non sono una novità, perché ultimamente c'è tutta questa agitazione intorno ad essi? Slack è un buon esempio della grande attenzione che i bot suscitano attualmente. Slack ha raccolto finanziamenti per una valutazione pari a 3,8 miliardi di dollari motivata principalmente dai propri bot, numerosissimi,  molti dei quali simpatici e utili. Una loro lista non ufficiale è disponibile qui.

Microsoft ha recentemente introdotto Microsoft Bot Framework, che permette di creare e connettere bot. Facebook ha introdotto la Messenger Platform per realizzare bot. IBM sta investendo nel cognitive computing con IBM Watson per rendere possibili bot altamente intelligenti.

Vi sono tre principali ragioni per il recente avvento dei bot:

 

  1. Chiunque può creare un bot in pochi minuti:  è addirittura molto più semplice che non sviluppare e implementare una app mobile
  2. I miglioramenti nella tecnologia di interazione naturale e contestuale, compresi i progressi nelle tecnologie cognitive e nell'intelligenza artificiale
  3. L'infiltrazione dei bot nel mondo delle aziende sotto forma di Mini Digital Worker

 

In realtà vi è solo un elemento che ha permesso la diffusione dei bot, ed è la diffusione delle API

Una volta che le API sono state create e disseminate, i bot sono cresciuti.  La loro facilità di uso e la varietà di funzioni che esse hanno reso possibile hanno consentito e semplificato lo sviluppo dei bot. Grazie alle API, infatti, gli sviluppatori di bot possono utilizzare pochi semplici metodi e un po' di codice di scripting per implementare integrazioni tra applicazioni e dare vita a nuove funzionalità. I bot sono essenzialmente delle piccole integrazioni tra applicazioni che fanno leva sulle rispettive API per fornire funzionalità specifiche. Microsoft Cognitive Services, per esempio, propone potenti API che possono aggiungere a qualsiasi bot esperienze aventi uno stile di interazione umano naturale (emozioni, discorso, visione, linguistica ecc.) per mezzo dell'intelligenza artificiale.

I nuovi utilizzi delle API con i bot, e quelle che aprono la strada a nuove casistiche di utilizzo delle integrazioni costituiscono un'interessante opportunità di mercato per la gestione delle API. Queste nuove casistiche associate ai bot richiedono più solidi livelli di sicurezza delle API e governance ;  inoltre, aggiungono ulteriori requisiti di scalabilità e disponibilità da parte delle soluzioni per la gestione delle API.

Riusciranno i bot a rivoluzionare il mondo nello stesso modo delle app mobili? Ne hanno certamente le potenzialità, ma solo il tempo potrà decretare il loro successo. Quel che è chiaro è che essi stanno proliferando e rivestiranno in futuro un ruolo fondamentale.

 

Articolo a cura di Suraj Kumar, General Manager e VP - Platform as a Service, Axway

Axway, partner di TIM, è un catalizzatore di trasformazione. Il suo approccio unificato, incentrato in primo luogo sulle API (#API-first), collega dati provenienti da fonti disparate, supporta milioni di app e offre analisi in tempo reale per costruire reti di esperienze dei clienti (#CX).

Per approfondimenti https://www.axway.com/it