Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

Più consultati


Tags

Innovazione tra Pagamenti Digitali e Reti Superveloci

13/12/2016


L’arrivo delle reti superveloci e l’evoluzione delle tecnologie  nelle TLC e  multimedia  sta promuovendo una forte accelerazione dell’innovazione anche nei  sistemi di pagamento.  

L’evoluzione  da un lato è spronata dagli utenti che chiedono semplicità nella user experience e abbattimento di costi  e tempi  con modelli di pagamento anytime/anywhwere;  dall’altra dai fornitori di  servizi che, oltre alle tradizionali banche e circuiti di pagamento,  vedono un proliferare di soggetti attivi nell’arena competitiva:  start up,  fintech  ed  in generale tutti i  soggetti abilitati dalle nuove normative a gestire pagamenti elettronici come  ad esempio gli  Istituti di Moneta Elettronica.

Dal punto di vista normativo un grosso incentivo all’ introduzione di nuove soluzioni nei pagamenti elettronici viene sia dalla legislazione europea  con la Revised Directive on Payment Services meglio nota come PSD2, che dalle iniziative dei governi nazionali, come nel caso italiano con la Legge di Stabilità 2016 che impone l’accettazione di pagamenti elettronici per gli esercenti sia con carte di credito che di debito.  

A tal proposito è interessante notare come l’orientamento dei player del settore sia sempre più incentrato sulla necessità di erogare benefici agli utenti che utilizzano strumenti elettronici per il pagamento (es benefici di tipo fiscale) piuttosto che su una logica puramente impositiva verso gli esercenti.

Nuove tecnologie, nuovi modelli di business, nuove scelte organizzative

La disponibilità di tecnologie sempre più performanti  abilita nuovi modelli di business che portano le  aziende a nuove scelte organizzative : pensiamo ad Unicredit che nel 2017 lancerà buddybank , una banca che nasce digitale, per essere  totalmente ed esclusivamente fruibile da smartphone  ; il cliente potrà aprire un conto corrente, richiedere carte di pagamento e fruire dei servizi bancari dal telefonino con una user experience impeccabile, ampliando quindi in maniera notevole il concetto da tempo affermato di mobile banking.

TIM tra innovazione e pagamenti digitali

TIM è un attore protagonista nel digitale e fortemente impegnato nell’innovazione che, da tempo,  guarda a  scenari correlati alla monetica e in grado di fornire  vantaggi  e sicurezza ai propri clienti; alcuni servizi,  in termini di user experience , sono molto simili a quelli che il cliente finale da sempre fruisce tramite il proprio smartphone.

Un esempio classico è lo scambio di denaro tramite soluzioni di tipo person to person (P2P) che ricalcano in tutto e per tutto l’esperienza della messaggistica evoluta (es WhatsApp); un altro esempio riguarda la possibilità di erogare soluzioni per l’ accettazione di pagamenti elettronici in mobilità tramite il Mobile POS, dispositivo a basso costo e di dimensioni molto contenute, in grado di connettersi via bluetooth allo smartphone e di sfruttare l’intelligenza applicativa del device per gestire la transazione con carte di pagamento.

Le innovazioni e le sinergie tra il mondo Telco e Finance non si fermano a questi due esempi: già nel 2014 TIM ha lanciato soluzioni in grado di sfruttare la tecnologia Contactless  NFC (Near  Field Communication)  per virtualizzare sul telefonino le carte di pagamento, abilitando i propri clienti a modalità innovative di pagamento  con una esperienza d’uso simile a quella di una carta contactless (con in più la possibilità di erogare servizi evoluti  come programmi di fidelizzazione e la ricarica del credito telefonico).

Per la Pubblica Amministrazione,  in risposta alle normative sui pagamenti digitali definite da AGID,  TIM ha recentemente messo a disposizione  Easyncassa  il servizio che consente a qualunque PA di interconnettersi con il nodo PAGOPA per la accettazione dei pagamenti elettronici e per la rendicontazione dei flussi finanziari di propria competenza. Un vantaggio per la PA e per i cittadini utenti.

Pagamenti Digitali come ulteriore prospettiva di sviluppo 

Le prospettive di sviluppo per i pagamenti elettronici sono promettenti in quanto tutti gli attori della value chain (e non  solo gli operatori TLC) stanno investendo in soluzioni innovative:  tutti i POS di nuova produzione hanno a bordo la tecnologia c/less; stanno nascendo ambienti per lo sviluppo di applicazioni specifiche per il pagamento in grado di rendere il POS uno strumento multi-applicativo; in maniera speculare per le carte di pagamento si assiste allo sviluppo di strumenti in grado di erogare molteplici servizi tramite un unico supporto:  non solo pagamento ma anche buoni pasto elettronici, badge aziendale , etc.

Le “autostrade ” rese disponibili dalle nuove reti in fibra ultrabroadband di TIM diventano uno strumento potentissimo a supporto di chi eroga  servizi di monetica che potrà abilitare il proprio cliente finale alla fruizione di servizi in grado di ridefinire il mix quotidiano tra tempo libero e lavoro.  Pensiamo ad esempio al tempo necessario per fare la spesa, recarsi in filiale per un prelievo o per un pagamento o alla posta per un semplice bollettino; tutte attività quotidiane che ormai possono essere svolte agevolmente da remoto in qualunque momento della giornata determinando un innalzamento innegabile della qualità della vita di ciascuno di noi


Andrea Leggeri e Andrea Quarantini

Digital Payments nel Platform & Market Place Marketing di TIM