Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

Più consultati


Tags

Training Humans: le nostre fotografie ci guardano

05/11/2019

Fino al 24.2.2020 all'Osservatorio Fondazione Prada di Milano una mostra sul rapporto tra Intelligenza Artificiale e fotografia.


Algoritmi e Computer Vision

Nell'ultimo decennio il rapporto tra umani, fotografie e tecnologie di acquisizioni di immagini è cambiato radicalmente. Oggi l'intelligenza artificiale e la computer vision influenzano profondamente la nostra visione del mondo e il modo in cui gli altri ci guardano. I sistemi di algoritmi sono ovunque: dalle scuole e gli ospedali agli aeroporti e gli ambienti militari. Volti e gesti sono riconosciuti e classificati in automatico in base a età, razza, sesso, ma anche emozioni e salute mentale.


Come funziona?

I sistemi di IA sono addestrati a osservare, interpretare e valutare gli esseri umani partendo dall'analisi di ampie raccolte di immagini di training. Questi set di dati forniscono esempi di persone, oggetti e scenari per permettere all'intelligenza artificiale di comprenderne e riconoscerne le variazioni.


TRAINING HUMANS: la mostra su IA e fotografia all'Osservatorio Fondazione Prada di Milano

La mostra TRAINING HUMANS (12.9.2019-22.02.2020) investiga le immagini di training focalizzate sugli esseri umani. Al primo piano sono esposte le prime collezioni utilizzate nei laboratori scientifici e in ambito militare; il secondo piano è dedicato all'era di Internet e dei Social Media, quando in rete sono apparsi miliardi di immagini. Quando ricercatori e aziende hanno iniziato a raccogliere queste immagini - solitamente senza il consenso di coloro che hanno scattato la foto o che sono ritratti - la capacità di visione delle macchine è aumentata esponenzialmente.

Presente e Futuro

Le classificazioni degli esseri umani attuate mediante sistemi di IA sono diventate sempre più invasive e complesse, e i preconcetti e le valutazioni di tipo politico a esse connesse sono ormai evidenti. Nell'ambito della computer vision e dell'IA i metodi di misurazione si trasformano infatti in giudizi morali.

Oggi le nostre fotografie ci guardano a loro volta, come in uno specchio: non sempre però ci piacerà che cosa vedono e come lo vedono.