Scopri tutti gli articoli e le iniziative nelle varie sezioni del portale

TIM  OPEN al Jazz Inn di Pietrelcina: un bilancio dell'evento

11/09/2017 


Più di 200 iscritti tra amministratori, startupper e creativi per tre giorni di incontri di innovazione diffusa a Pietrelcina.

20 startup, 55 partner tra cui big player come TIM, Banca Sella, Confindustria , Coldiretti e decine di amministratori pubblici, e soprattutto tantissimi giovani, hanno animato la cittadina campana tra il 31 luglio e il 2 agosto grazie a JAZZ’INN: INTERFERENZE TERRITORIALI TRA JAZZ E INNOVAZIONE, inedito esperimento di contaminazione tra economia e musica jazz ( presenti anche Paolo Fresu e Uri Caine, rispettivamente tromba e pianoforte, entrambi musicisti internazionali tra i più accreditati nel mondo jazz), promosso dalla Fondazione Ampioraggio.


Ne avevamo già parlato su TIM OPEN in corrispondenza dell’evento. 

TIM si è fatto notare supportando i progetti di startupper e imprenditori, nel duplice ruolo di abilitatore tecnologico e leader nei processi di innovazione. In particolare TIM OPEN, la piattaforma degli sviluppatori italiani, ha valutato le migliori proposte emerse dagli incontri per inserirle nei propri circuiti di sviluppo.

 Come sono andate queste giornate?

Ce ne parlano Francesco Pagliari e Pierluigi Acunzo, PLATFORM & MARKETPLACE di TIM. 


Francesco Pagliari: “Cosa mi porto a casa dell’evento di Pietrelcina ? Il primo ricordo è quello di una delle giornate di picco di caldo dell’estate, mitigato solo dalla piacevolezza delle persone e Aziende che ho incontrato. Il secondo, il fatto che nei vari tavoli di feedback/discussione previsti dal Format dell’evento sia emersa in modo molto netto una cosa che dall’interno abbiamo sempre sottovalutato ma che nel quotidiano delle attività con i Partner che hanno aderito alla piattaforma TIM OPEN è un elemento centrale: l’ OFFERTA. In particolare, come quel prodotto/idea si trasforma in un’offerta commerciale adatta al target del marketplace TIM Digitalstore.

Francesco Pagliari (sulla destra) ad un tavolo di lavoro di Jazz Inn

Venendo da un background marketing ,abbiamo spesso dato per scontato che gli aspetti di pricing e packaging del prodotto servizio potessero essere una base comunemente diffusa mentre l’esperienza di questi mesi sul campo e le conferme raccolte in queste giornate caldissime di Pietrelcina ci ha resi più consapevoli che il nostro ruolo è ancora di più quello di consulenti/esperti di Servizi e di questo mercato. Una competenza che TIM OPEN mette a fattor comune con chi sceglie TIM come Partner per il proprio business.

 

Pierluigi Acunzo: “Forse in passato innovare poteva essere sintetizzato nel costruire qualcosa di nuovo. Oggi è più di questo: significa recuperare un modo nuovo di collaborare e di mettere in  rete le proprie capacità. Jazz’INN è stata un occasione per sperimentare e realizzare tutto ciò.  Noi di TIM OPEN cerchiamo proprio di fare questo: mettere a disposizione le infrastrutture di TIM ma soprattutto offrire la capacità di portare le soluzioni sul mercato.

Pierluigi Acunzo incontra dei giovani startupper

A Pietrelcina, in occasioni informali e per questo più “sincere”,  abbiamo incontrato giovani entusiasti e realtà già attive e con tutti ci siamo confrontati per capire come rendere più efficaci le nostre collaborazioni. Ecco, questa è l’eredità più ricca di questa caldissima tre giorni: le idee, i contatti, le suggestioni che già cominciano a trasformarsi in attività concrete.”